Pellegrinaggio a Montecassino


Montecassino è senza dubbio un punto di riferimento necessario per capire la storia d'Europa e del mondo. Dopo la sessione invernale di esami, la comunità del Sedes Sapientiae è andata in pellegrinaggio alla tomba dei santi gemelli san Benedetto, patrono d'Europa, e santa Scolastica. Le loro reliquie riposano nell'abbazia benedettina di Montecassino, dove abbiamo partecipato alla Messa domenicale secondo la tradizione monastica e abbiamo pregato per le persone che si affidano alle nostre orazioni, così come per il successo delle iniziative di evangelizzazione in Europa e nel mondo.


Al termine della celebrazione, abbiamo conosciuto in dettaglio molti fatti e curiosità sulla costruzione e la storia del sito grazie a una bella visita con Anna Maria, una eccellente guida. Siamo rimasti sbalorditi nel vedere come l'abbazia, che fu annientata dai bombardamenti nel febbraio 1943, sia stata ricostruita in modo ottimale.


Dopo aver mangiato i deliziosi panini preparati dalle suore e signore che si prendono cura di noi al Collegio, abbiamo anche visitato il cimitero militare polacco vicino all'abbazia. Fu un'occasione per riflettere e pregare per la pace nel mondo e per il riposo eterno di tutti coloro che morirono a causa della seconda guerra mondiale.


Concludiamo questo post sul blog dicendo che i monaci benedettini sono ancora alla ricerca di un artista rinomato che voglia offrire la sua opera per decorare le volte e le cupole ricostruite della sua chiesa. Secondo le stime dei monaci, un artista impiegherà almeno 30 anni per completare l'opera, dipingendo senza pause. Se c'è qualcuno tra i lettori che sia disponibile per un tale impegno, non esitate a contattare l'Abate.