top of page

Ordinati per servire


Sei già seminaristi del Sedes Sapientiae hanno ricevuto l'ordinazione presbiterale negli ultimi mesi, a cui si aggiungono altri due alumni che hanno ricevuto l'ordinazione diaconale.


Cronologicamente, apre questa lista Francisco Sampieri, ordinato sacerdote a Puebla (Messico) lo scorso 9 febbraio. L'arcidiocesi di Puebla de los Ángeles, a cui appartiene, copre un territorio in cui vivono più di cinque milioni di cattolici, assistiti da circa 740 sacerdoti.


Il 4 marzo, Brandon de León è stato ordinato sacerdote nella diocesi di Los Altos, Quetzaltenango-Totonicapán (Guatemala). Don Brandon è ora uno dei 75 sacerdoti che assistono 700.000 cattolici in quella regione.


Circa due settimane dopo, il 20 marzo, Cresencio Hernández ha ricevuto l'ordinazione sacerdotale nella diocesi di Tabasco (Messico). Questa circoscrizione conta quasi due milioni di fedeli assistiti da duecento sacerdoti.


Nell'arcidiocesi di Guayaquil (Ecuador), il 29 aprile è stato ordinato sacerdote Luis David Zambrano. Con due milioni e duecentomila cattolici, questa arcidiocesi ha un clero composto da circa trecento sacerdoti.


Passando dall'America al continente africano, ci dirigiamo in Ghana, dove il 24 giugno nella diocesi di Damongo è stato ordinato sacerdote Rutilos Logyaa. La sua diocesi conta 40 sacerdoti per assistere 30.000 cattolici, una minoranza inferiore al 10% in una regione prevalentemente musulmana.


Tornando di nuovo in America e più precisamente in Messico, nella diocesi di Ciudad Victoria è stato ordinato Orlando Alvarado il 27 giugno. Lì, insieme ad altri 60 sacerdoti, lavora già per servire mezzo milione di cattolici che risiedono in quel territorio.


Passando ai diaconi, Ítalo Alcívar ha ricevuto l'ordinazione diaconale dalle mani del suo vescovo, monsignor Cristóbal Kudławiec, nella recentemente creata diocesi di Daule (Ecuador), lo scorso 22 aprile.


E, per concludere questa lista piena di gioie e persone molto care, l'11 giugno è stato ordinato diacono Ryan Santos nella diocesi di Laoag (Filippine).


A tutti i nuovi sacerdoti e diaconi va la nostra più calorosa congratulazione. Preghiamo per loro, affinché sappiano rispondere con generosità all'abbondante lavoro pastorale che li attende e affinché il Signore li benedica con un ministero pieno di frutti apostolici.


Comments


bottom of page