Adoro te devote


Nell'estate del 1263, durante una eucaristia celebrata nel tempio di Santa Cristina, a Bolsena, avvenne un prodigio che avrebbe segnato la storia del cristianesimo. Attraverso un'Ostia consacrata, da cui sgorgava il sangue, il Signore ha ricordato agli uomini la promessa riportata dall'evangelista San Matteo: "Io sarò sempre con voi, fino alla fine del mondo" (Mt 28,20).

Il 19 settembre ci siamo recati in pellegrinaggio al Duomo di Orvieto, dove le reliquie del miracolo sono custodite fino ai nostri giorni. Dopo aver celebrato l'Eucaristia sull'altare dove riposa San Felice, suor Mariam Kidane dell'Istituto del Verbo Incarnato ci ha spiegato la storia del miracolo, nonché la teologia delle opere d'arte che adornano l'interno del duomo. Suor Mariam ha condiviso con noi l'esperienza che le serve del Signore e della Vergine di Matarà vivono al servizio del Santuario.

Trovandoci nella cappella del Santissimo Sacramento, dove è custodito anche il corporale del miracolo, abbiamo cantato l'Adoro te Devote. L'opportunità di cantare questo inno eucaristico composto da San Tommaso d'Aquino, proprio nel luogo dove il testo è stato scritto, rimarrà come un bel ricordo nel cuore di quanti siamo andati a Orvieto 757 anni dopo l'evento che ha dato origine alla festa del Corpus Domini.


Copyright © Sedes Sapientiae 2015 All Rights Reserved

Foto, web and graphic design - www.corradofierro.it

Links: