Un'estate giovane per Jonathan

     Jonathan Ángeles, dell’Eparchia Maronita di Messico, è al Sedes da quattro anni. Studia secondo anno di Teologia e ha trascorso il mese d’agosto a collaborare nel lavoro pastorale della parrocchia di San Biagio, nella città di Cento Ferrara, Arcidiocesi di Bologna.

     Poiché in questa parrocchia sono presenti dal 2012 le suore salesiane, che aiutano nella animazione degli oratori, Jonathan ha pure avuto l’opportunità di accompagnare loro e un gruppo di giovani di Cento che hanno partecipato a  un importante evento: l’incontro mondiale organizzato a Torino, dai salesiani, per celebrare il bicentenario della nascita di Don Bosco.

     “È stato un evento mondiale assai commovente, ci racconta Jonathan, circa 6000 giovani di tutto il mondo, riuniti per festeggiare San Giovanni Bosco”. Il legame di Don Bosco con i giovani è potente, in 1988 fu addirittura dichiarato, da Giovanni Paolo II, Padre e Maestro della gioventù. Questo evento era presieduto dal Rettore Maggiore dei Padri Salesiani, ed era presente la Superiora Generale delle Suore Salesiane. Le impressioni del nostro seminarista messicano parlano da sole. “Sono stato colpito durante la visita ai luoghi nei quali è vissuto il santo, in particolare Valdocco, dove  è cresciuta l’opera universale di Don Bosco coi giovani. Mi sono anche commosso vedendo la casa di San Domenico Savio, figlio spirituale di Don Bosco; la tomba del suo direttore spirituale Don Cafasso, nella Basilica dell’Addolorata… Ciò che rimarrà in me di questa settimana è la gioia e la consapevolezza della grande sete di Dio che hanno i giovani anche oggi, alle volte magari senza rendersi conto in un modo esplicito. Rispondere adeguatamente a questa ricerca è una grande sfida che abbiamo davanti. In questo senso, la figura di Don Bosco e importante per l’Italia e per il mondo, ci aiuta perché continua oggi ad attrarre i giovani, attraverso la sua persona, verso il Signore.

     Prima di finire questo breve colloquio, Jonathan ha aggiunto un altro motivo di gioia che ha avuto durante quest’estate: “Durante un campeggio con giovani, nelle montagne vicino a Bologna, ho parlato a lungo e profondamente con un ragazzo, e sono stato molto contento quando dopo ho saputo che aveva deciso di entrare in seminario! Preghiamo per la sua vocazione!”.

1/4

Copyright © Sedes Sapientiae 2015 All Rights Reserved

Foto, web and graphic design - www.corradofierro.it

Links: