Una bellissima esperienza

02/06/2019

Nella tredicesima edizione della Clericus Cup, il Sedes Sapientiae ha ottenuto il suo miglior risultato di sempre: il secondo posto dopo aver perso la finale. Un match alla pari più di quanto lascia immaginare il risultato, contro il Collegio Urbano, al quale comunque vanno le nostre congratulazioni per la loro meritata vittoria. Oltre al secondo posto per la squadra, abbiamo conseguito i premi al miglior allenatore (Don José Huerta), miglior realizzatore, cioè capocannoniere (Rev. Deogratias Nyamwihula) e miglior portiere (Patrick Anasenchor). Non c’è un premio per la più entusiastica, più perseverante e più chiassosa tifoseria, altrimenti di sicuro sarebbe pure nostro.  

     Per i seminaristi del Sedes questa Clericus Cup è stato un bellissimo torneo, occasione di fraternità con i compagni, sacerdoti o seminaristi, di altri collegi nonché di praticare sport ed imparare a vivere e diffondere il Vangelo sempre meglio in ogni circostanza, anche mentre si gioca a calcio sia che si vinca facilmente sia che si trovino delle difficoltà. Infatti, ci sono stati delle partite semplici (solo una o due, a dire la verità) e complicate, contro avversari tosti e laureati, come il Redemptoris Mater o il North American College. Abbiamo giocato alle volte sotto il sole e un bel cielo azzurro e altre invece sotto il diluvio. Ci sono stati decisioni arbitrali o errori propri più facili d’accettare e altri molto meno. Insomma, il calcio, lo sport, la vita…

     Vorremmo a questo punto ringraziare il CSI, nella persona del suo presidente Vittorio Bosio e del suo consulente ecclesiastico don Alessio Albertini, per rendere possibile ogni anno questa manifestazione. La nostra gratitudine va anche alle squadre che abbiamo affrontato quest’anno, che hanno sempre avuto un atteggiamento di sportività e gagliardia; alle equipe arbitrali, che abbiamo sempre visto voler fare il meglio possibile nel loro difficile compito; a tanti antichi alunni e parrocchiani dei luoghi dove aiutiamo nel lavoro pastorale, che ci hanno inviato messaggi o persino video d’incoraggiamento prima delle partite più decisive. E finalmente una riconoscenza molto particolare la meritano Felice Alborghetti e Armando Cortese, che sono l’anima di questa competizione e ogni anno si mostrano disponibili e vicinissimi a tutte le sedici squadre, con una grande pazienza, una comprensione potremmo dire artigianale e una eccellente capacità organizzativa. A loro due e al loro team di collaboratori va un nostro sentito: grazie!

 

Galleria fotografica: Clericus Cup 2019

Cronaca della finale

Please reload

Post in evidenza

September 30, 2019

September 20, 2019

Please reload

Archivio
Please reload

Copyright © Sedes Sapientiae 2015 All Rights Reserved

Foto, web and graphic design - www.corradofierro.it

Links: